fbpx
Boschetti 1891Boschetti 1891

Crostata morbida all’olio con crema senza lattosio e confettura di mirtilli

  • Condividi l'articolo

Alla scoperta della crostata morbida

Navigando su Instagram e Facebook vedo sempre crostate morbide, farcite con crema, con frutta, al cioccolato. Così mi sono detta… perché non provare anche io a realizzare una crostata morbida? Non avevo fragole in casa, ma tutto l’occorrente per realizzare una crema pasticcera senza lattosio, le buonissime confetture Boschetti 1891, nocciole e noci per la guarnizione.

Dolci senza burro… che problema c’è? Fai la crostata morbida all’olio!

Quando vedo dolci burrosi, come le crostate appunto, confesso che il burro ed il latte mi mancano molto. Tuttavia non mi perdo d’animo e cerco sempre ti porre rimedio a questa mancanza, sostituendo il lattosio con altri ingredienti. Nella mia pasta frolla senza lattosio, ad esempio, ho sostituito il burro con 75 gr di olio di semi di arachide e 50 gr di olio extravergine di oliva. Per la crema pasticcera invece, ho sostituito il latte con il latte di riso, riducendone un po’ la dose, per ottenere una crema più densa (è venuta deliziosa).

Il cioccolato crea dipendenza

Per fortuna, una delle cose che il gastroenterologo non mi ha tolto, è il cioccolato fondente. Io lo adoro! Qualche esempio? I miei biscotti cocco e cioccolato e la torta al cioccolato senza zucchero.

Poteva quindi mancare il cioccolato nella mia crostata morbida? Assolutamente no! Ho infatti optato per una frolla al cacao, che ben contrastava con l’acidità della confettura e la dolcezza della crema.

A me piace la vaniglia

Se devo realizzare la crema pasticcera, il 99% delle volte uso la vaniglia. Mi piace troppo il sapore che da. Nella crostata morbida poi, era perfetta, perché donava dolcezza a un connubio di gusti: amaro, aspro, dolce. Ciò non toglie che, se preferisci, tu possa aromatizzare la tua crema con limone o altri aromi.

Un piccolo consiglio… anzi due

Se vuoi che la tua crostata morbida sia veramente tale, attento a non cuocere troppo la frolla, che altrimenti tenderebbe a “biscottarsi”.

Ed infine, se vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette, puoi seguirmi su FacebookInstagramPinterest o iscriverti alla newsletter (usando l’apposito modulo nella colonna destra del blog).
Bene ed ora prepariamo gli ingredienti e cuciniamo questa crostata morbida.

Preparazione:
30 minuti

Cottura:
30/35 minuti

Porzioni:
8/10 persone

Ingredienti:
Per la pasta frolla al cacao:
230 gr farina di farro bio
230 gr farina 00 bio
160 gr zucchero di canna bio
75 gr cacao amaro
75 gr olio di semi di arachide
50 gr olio extravergine d’oliva
3 uova
1 bacca di vaniglia (i semi)
1/2 bustina lievito per dolci

Per la crema pasticcera:
300 gr latte di riso
80 gr tuorlo d’uovo (4 uova circa)
60 gr zucchero di canna bio
20 gr amido di mais
10 gr farina di riso bio
1 stecca di vaniglia

Procedimento:
Iniziamo preparando la pasta frolla. Versa in una ciotola le uova con lo zucchero e sbatti.
Aggiungi, un po’ per volta, la farina ed il lievito, continuando a mescolare.
Inserisci il cacao amaro, la vaniglia e l’olio, continuando ad impastare. Quando l’ìmpasto diventa troppo denso per essere lavorato all’interno di una ciotola, trasferiscilo su una spianatoia infarinata e impasta con le mani, senza però lavorarlo troppo.
Quando l’impasto è sodo, forma un panetto, avvolgilo nella pellicola trasparente o inseiriscilo in un sacchetto da freezer, e mettilo a riposare almeno un’ora in frigo.
Finché l’impasto riposta, prepara la crema. Versa il latte con la stecca di vaniglia svuotata dei semi (io uso i semi in barattolino e quindi, non avendo la stecca, ho messo la punta di un cucchiaino di semi) in una pentola antiaderente e metti sul fuoco.
Prendi una ciotola, versa i tuorli, i semi di vaniglia e lo zucchero e mescola velocemente, per evitare la formazione di grumi.
Unisci in un colpo solo, mescolando di continuo, l’amido e la farina di riso.
Prima che il latte raggiunga il bollore, prelevane 2 o 3 cucchiai e stempera il composto con le uova.
Quando il latte bolle, versa il composto con le uova e mescola continuamente, per almeno 2 o 3 minuti, o comunque fino a raggiungere la consistenza desiderata.
Versa la crema in una ciotola e cospargila con un velo di zucchero (impedirà la formazione della crosticina finché la crema si raffredda). Lascia raffreddare.
Preriscalda il forno a 175°, in modalità statica e imburra e infarina una tortiera. Poi, estrai dal frigo la pasta frolla al cacao e stendila con un mattarello su un foglio di carta da forno leggermente infarinato, fino ad uno spessore di 3/4 mm.
Rovescia la tortiera sopra la frolla e con delicatezza solleva il tutto, girandolo. Rimuovi la carta da forno e fai aderire per bene l’impasto alla tortiera. Fora con una forchetta la base della frolla ed inforna per circa 15/20 minuti. Quando è pronta, lasciala raffreddare.
Quando la frolla è fredda, trasferiscila su un piatto da portata e stendi uno strato di confettura di mirtilli.
Crea ora uno strato di crema pasticcera. Procedi delicatamente per non portare in superficie la confettura. Decora con noci e nocciole o come preferisci.

Written by iosonopaola.it

Previous

Plumcake alla frutta con marmellata di ciliegia biologica, senza burro e uova

Next

Fiorellini di frolla con confettura di arancia e lime