fbpx
Boschetti 1891Boschetti 1891

Panini con burger e mostarda – veg

  • Condividi l'articolo

Panini con burger e mostarda – veg
Street food della salute, panini gourmet vegetali, solo a guardarli fanno venire fame, fame buona. Panini preparati con ingredienti bio, fatti in casa con amore.
Come ho preparato i Panini con burger e mostarda?
Panini alla curcuma che preparo spesso e che trovate qui, + burger di quinoa con azuki dal sapore delicato + Senape e mostarda vicentina Boschetti 1891 per renderli appetitosi e leggermente piccanti. Il gioco è fatto e ottimo il risultato visto che sono spariti in un secondo.
Ho scelto proprio la mostarda vicentina di Boschetti 1891dal sapore ben bilanciato tra dolce e salato. preparata con purè di mele cotogne, senape e frutta candita a pezzetti.
Ricordi d’infanzia legati a questa mostarda vicentina che non è mai mancata in casa nel periodo natalizio. La mostarda vicentina extra Boschetti nasce verso il 1900 nell’azienda che nel 1891 aveva costruto Luciano Boschetti come distilleria di vinacce a Montecchio Maggiore. Fabbrica trasformata qualche anno dopo appunto per per conservare e lavorare la frutta. Mostarda che veniva preparata nella “caliera de la lissia” macinando i semi di senape con un mulino a palla. Mostarde e confetture che in tutti questi anni ben poco hanno cambiato negli ingredienti d’origine, continuando ad utilizare frutta fresca senza alcuna aggiunta di conservanti-
Ho voluto usare la Mostarda vicentina extra Boschetti 1891 in questi Panini con burger e mostarda e vi assicuro che il risultato è strepitoso.
Articolo in collaborazione con Boschetti 1891

Difficoltà:
Bassa

Cottura:
30 minuti

Porzioni:
2 panini

Costo:
Basso

Ingredienti:
100 g Quinoa
200 g Azuki Rossi Lessati
4 Panini Alla Curcuma
q.b. Senape Dolce
100 g Mostarda Extra Vicentina Boschetti 1891
q.b. Insalatina
q.b. Germogli Di Rapa
q.b. Olio Extravergine Di Oliva
q.b. Sale Marino Integrale
q.b. Erbe Aromatiche
uno Scalogno
q.b. Farina Di Riso Integrale

Procedimento:
Per prima cosa prepara i panini alla curcuma o procurati dei panini similari, integrali e rotondi al bio.
Metti a bagno la sera prima gli azuki se sono secchi e il mattino seguente cuocili in pentola a pressione con alloro e alga kombu per 20 minuti dal fischio. Lascia raffreddare.
Puoi usare anche azuki già lessati, acquistali in barattolo di vetro solo con acqua e sale.
Sciacqua bene la quinoa, proprio bene bene in un colino finissimo per non lasciare uscire i minuscoli semi.
Mettila in pentola con acqua leggermente salata, nella proporzione del doppio del suo peso.
In questo caso per 100 g di quinoa, 200 g di acqua.
Fai cuocere a fuoco basso e coperto per 15 minuti.
Spegni e fai gonfiare.
Passa leggermente in un mixer gli azuki regolando di sapore con un pizzico di sale marino integrale, qualche goccia di limone e un filo d’olio extravergine.
In una padella versa un cucchiaio di olio extravergine, aggiungi lo scalogno che avrai tritato finemente e lascia soffriggere leggermente.
Unisci la quinoa mescolata con il purè di azuki e qualche fogliolina di timo, maggiorana o salvia tritata per insaporire.
Con il composto forma i burger che passerai poi leggermente in farina di riso integrale.
In una padella versa un filo d’olio, adagia i burger a dorare qualche minuto.
Nel frattempo taglia i panini orrizontalmente, spalmali di senape dolce, aggiungi abbondante mostarda vicentina Boschetti 1891.
Appoggia delicatamente il burger di quinoa e azuki, finisci con insalatina e germogli di rapa rossa.
Servi subito e buon appetito

Written by timoelenticchie

Previous

Frozen Yogurt alla confettura extra di ciliegie

Next

Crostata di fragole fresche e noci